Ente Nazionale Sordi - ONLUS

ads-468x60-SITI-ENS1

Sab13072024

Ultimo aggiornamento23:24:39

Corriere RSS:

Font Size

Profile

Direction

Menu Style

OPZIONI
Ritorna Sei qui: Home Canali Tematici Primo Piano Incontro con il Sottosegretario di Stato per i beni e le attività culturali

Incontro con il Sottosegretario di Stato per i beni e le attività culturali

IMG 2483

Roma 17 aprile 2014 - Si è svolta oggi presso la meravigliosa Sala della Crociera al Collegio Romano, un tavolo di confronto sul tema relativo all’accessibilità ai beni culturali. L’incontro è stato fortemente voluto dal Sottosegretario di Stato del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo On. Ilaria Borletti Dell’Acqua Buitoni, quale proseguimento del dialogo avviato con le Associazioni nel corso dell’evento del 6 dicembre 2013 “ Italia per tutti, la valorizzazione del patrimonio culturale per il turismo accessibile”, tenutosi presso la Biblioteca Nazionale.

In rappresentanza ENS ha partecipato il Presidente Nazionale Giuseppe Petrucci, coadiuvato dalla Sig.ra Nunzia Orefice per la traduzione in LIS e dal dott. Amir Zuccalà per l’Osservatorio ENS, che ha evidenziato le specifiche esigenze delle persone sorde auspicando una maggiore collaborazione tra Associazioni e Istituzioni, che mirino a favorire da un lato la conoscenza e diffusione, e dall’altro la fruibilità del patrimonio culturale italiano alle persone sorde e sordo cieche, italiane e straniere.
Presenti all’incontro la Dr.ssa Anna Maria Buzzi - Direttore Generale per la Valorizzazione –MIBACT e la Sen. Michela Montevecchi - VII Commissione Senato della Repubblica, oltre ad Architetti, esperti del settore e rappresentanti delle diverse Associazioni.
L’ENS ha ribadito la necessità di optare per soluzioni semplici e condivise, arrivando in tempi brevi alla definizione di linee guida e ideazione di un modello di sito culturale accessibile per tutte le disabilità, da diffondere poi a livello nazionale, e su tale riflessione si è trovata particolare sinergia con il Ministero. Ha sottolineato poi che le nuove tecnologie, quali i qr codes, i percorsi museali costruiti su tablet e smartphone possono oggi aggiungere opportunità di accesso maggiori e in affiancamento alle visite guidate. È necessario predisporre un modello di accessibilità che vada incontro alle esigenze di tutte le persone con disabilità uditiva, mediante percorsi integrati che possano garantire fruibilità alle persone segnanti, che prediligono l’accesso a testi scritti o che sfruttino sistemi di induzione magnetica.
Ha posto inoltre l’accento sulla necessità di tenere maggiormente conto delle giovani generazioni, bambini e adolescenti sordi, che spesso nelle visite scolastiche a mostre e musei non hanno possibilità di accedere a contenuti in maniera paritaria e completa rispetto ai loro coetanei udenti. Ha avanzato poi alcune specifiche proposte già portate all’attenzione della Direzione Generale Valorizzazione del Mibac e che saranno oggetto di discussione nei prossimi giorni.
L’ENS ha infine manifestato la piena disponibilità a supportare ogni iniziativa comune, progetto e azione pragmatica miranti a favorire, con ogni modalità, una maggiore partecipazione, conoscenza e opportunità di accesso al patrimonio storico, artistico e culturale italiano da parte delle persone sorde.