Ente Nazionale Sordi - ONLUS

ads-468x60-SITI-ENS1

Gio25042024

Ultimo aggiornamento23:24:39

Corriere RSS:

Font Size

Profile

Direction

Menu Style

OPZIONI
Ritorna Sei qui: Home Canali Tematici Tecnologia Reatech 2012

Reatech 2012

REATECH 02
REATECH 01
REATECH 03

Accessibilità, inclusione, autonomia: in poche parole REATECH. È questa la manifestazione che in pochi giorni a Milano ha visto in campo molte tra le associazioni e le imprese che hanno a che fare con le disabilità; occasione per dimostrare i loro risultati e i loro progetti.

Erano ben chiare 2 visioni della disabilità all’interno della fiera: dare al disabile pari possibilità e denunciare tutte le carenze e i problemi che si possono incontrare nella vita di tutti i giorni. Nei 2 padiglioni della fiera si respirava un’atmosfera piuttosto allegra; eravamo quasi tutti abituati ad avere a che fare con il mondo della disabilità, come protagonisti o come supporto a vario titolo. Nessuno, tra i molti disabili presenti , faceva pesare la sua condizione anzi ci meravigliavamo che tutto fosse vissuto con molta tranquillità e serenità. Ci stupivamo curiosando negli stand, che qualcuno fosse arrivato a progettare soluzioni molto interessanti, pratiche a volte anche incredibili. Abbiamo visto occhiali che proiettano sulle lenti i sottotitoli mentre si può seguire un film, automobili in cui si poteva entrare con una carrozzina per avvicinarsi al posto di guida, carrozzine elettriche che correvano come fulmini, momenti di sincera e spensierata convivialità come poche volte se ne vivono anche tra cosiddetti “normodotati”. L’ENS non poteva essere da meno ed è sceso in campo con un importante Stand posto nei pressi del Padiglione 2, ben visibile dall’entrata. Particolarità dello stand era la presenza di numerosi apparecchi telefonici, alcuni degli anni ‘60, i DTS e i primi fax degli anni ‘70 che segnavano l’evoluzione dell’autonomia di noi sordi nei confronti degli udenti, grazie alla concessione dell’ENS regionale del Piemonte. C’era inoltre numeroso materiale informativo su tutte le iniziative nazionali e su quelle della regione Lombardia che ha organizzato lo stand. Erano presenti anche interpreti a disposizione del pubblico che avesse avuto qualche domanda di carattere informativo sul mondo della sordità, da porre direttamente allo staff. Con nostra piacevole sorpresa, alcuni giovani hanno chiesto informazioni su corsi LIS da abbinare ai loro studi di operatori socio assistenziali e diverse famiglie sono entrate nello stand a chiedere informazioni per i loro figli sordi. Vedere un bambino con la protesi acustica che teneva la mano di papà e mamma mi ha fatto venire in mente teneri ricordi d’infanzia...

Se in qualche stand si discuteva di soluzioni per i disabili (piattaforme web per siti altamente accessibili, soluzioni di domotica per rendere la casa pienamente vivibile anche da chi è paraplegico) ai piani alti le discussioni interessavano autorità della stampa e politiche. Ci sono state conferenze stampa, convegni, dibattiti che hanno ancora una volta messo in luce tutte le necessità che i disabili di qualsiasi genere hanno. E quanto spesso l’Italia possa essere carente riguardo i loro problemi.

Proprio in questa parte della sede espositiva del REATECH, nel primo pomeriggio del giorno di apertura si è svolta una conferenza stampa organizzata dalla sede ENS della provincia di Milano. Il coordinatore della conferenza stampa ha dato per primo la parola all'Assessore Massimo Pagani responsabile alle Politiche Sociali della Provincia di Milano che ha iniziato presentando l’offerta formativa alla rete socio assistenziale del territorio milanese. Fulcro della presentazione era un servizio di formazione online per assistenti alla comunicazione. In poche parole, visto il poco tempo che un assistente alla comunicazione ha a disposizione, si è pensato ad un percorso di insegnamento tramite brevi lezioni che potevano essere seguite via internet da casa propria. Il progetto che si chiama vederesentire (http://www.vederesentire.it) creato dalla coop. Socioculturale presentato dalla dott.ssa Marcella Nalli, si propone come offerta formativa che viene incontro alle necessità di chi ha poco tempo a disposizione per poter aumentare le proprie competenze e mettersi alla pari con le ultime novità.

Nel programma di formazione di aggiornamento, oltre al contributo scientifico di stimati docenti universitari, è stato valorizzato anche l'importante apporto dell'associazionismo ad esempio con la collaborazione dell' ENS di Milano. Il sito funge anche da luogo virtuale di incontro per istituzioni ed associazioni dedicate. Durante la conferenza stampa il presidente Giuseppe Petrucci ha più volte ribadito l'importanza dell'evento fieristico in quanto momento di attenzione dei media verso un mondo spesso vissuto in maniera superficiale da chi non vi è direttamente coinvolto. Il presidente per dimostrare la volontà di unire gli sforzi dell’ENS assieme a tutte le associazioni che operano in particolar modo a fianco delle persone sorde, ha chiesto al rappresentante della FIADDA, intervenuto alla conferenza stampa, di portare una sua opinione sugli argomenti discussi nella mezz’ora precedente. Abbiamo vissuto un altro momento interessante e simpatico nel palco allestito nel padiglione 2. Il Vice Presidente Cav. Francesco Bassani ha discusso brevemente con il cantante Daniele Stefani sull’importanza di coinvolgere i sordi anche nel mondo della musica. Daniele Stefani non è nuovo a collaborazioni con i sordi. Ha ideato uno spettacolo che mira a condividere la sua musica assieme ai sordi tramite dei palloncini che trasmettono le vibrazioni a chi li stringe a sé. Oltre a questo, i testi delle canzoni vengono tradotti in tempo reale da delle interpreti LIS. Il Cav. Gino Avanzo, consigliere ENS esponente dell’Area Sociale, ha manifestato la sua soddisfazione per l’evento, davvero utile per essere propositivi a fronte di tutte queste realtà. Si augura che nel futuro si possa espandere questa fiera, diventando sempre più vicina al pubblico. Spera che sia dato sempre più spazio ai sordi per aumentare la loro indipendenza a partire dalla propria abitazione, fino alla integrazione nel resto della vita quotidiana.

Nella giornata conclusiva di domenica c’è stato l’intervento del presidente ENS del Piemonte Corrado Gallo, affiancato da Fabrizio Gianasso delegato da Giuseppe Corsini, Consigliere ENS e responsabile area Multimedia. Si è svolta una conferenza di presentazione del servizio di interconnessione telefonico-telematica: COMUNIC@ENS. Noi sordi già lo conosciamo perché ampio risalto ne è stato dato all’interno dall’ENS Nazionale e dalle varie sedi regionali e provinciali. Si tratta di un servizio ideato, promosso e gestito dall’ ENS Regione Piemonte per l'abbattimento delle barriere di comunicazione sordi-udenti (e viceversa). COMUNIC@ENS permette ad un sordo, tramite un’interfaccia video con un operatore, di dialogare verso l’esterno nei confronti di servizi altrimenti irraggiungibili: dalla chiamata di un’ambulanza alla richiesta di soccorso alla polizia, dalla prenotazione di un taxi alla richiesta di un appuntamento in ospedale. Il Servizio COMUNIC@ENS è, a tutti gli effetti, una dimostrazione esemplare della proficuità di una collaborazione fra l’Ente Regione e un organismo associativo come l’ENS, che, oltre a rappresentare le persone sorde, è effettivamente rappresentativo della condizione di sordità.

Si è trattata della prima edizione di questa fiera, ottima vetrina per aziende che lavorano nel mondo della disabilità offrendo importanti soluzioni. Vetrina anche di tutto l'associazionismo, e quindi anche dell'ENS, che vuole rappresentare e tutelare le diverse categorie di disabili. La prossima edizione del REATECH sarà un momento di verifica per la valutazione di quanto compiuto e speriamo stimolo per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi in cui l'ENS si farà sentire.

Carlo Righetto
Collaboratore dell'Area Sociale ENS