Ente Nazionale Sordi - ONLUS

ads-468x60-SITI-ENS1

Mar23072024

Ultimo aggiornamento23:24:39

Corriere RSS:

Font Size

Profile

Direction

Menu Style

OPZIONI
Ritorna Sei qui: Home Canali Tematici Primo Piano L'ENS incontra i dirigenti del servizio pubblico di teletrasmissioni - RAI

L'ENS incontra i dirigenti del servizio pubblico di teletrasmissioni - RAI

cavallo-rai

Lunedì 4 febbraio alle ore 12.00 presso la sede della RAI in viale Mazzini a Roma si è svolto un incontro con alcuni dirigenti del nostro servizio pubblico di teletrasmissioni – il Direttore delle Comunicazioni e Relazioni Esterne, Dott.ssa Costanza Esclapon e il Dott. Adriano Coni - a cui hanno partecipato il Consigliere del Direttivo Nazionale Cav. Giuseppe Corsini, responsabile dell’Area Multimedia e il Segretario Nazionale dell’ENS, Dott. Costanzo Del Vecchio.

Breve ma fruttuosa la discussione che, partendo dal confronto sul rispetto del contratto di servizio RAI, per cui l’ENS si è fatto portavoce delle numerose lamentele ricevute dagli utenti sordi in merito alla quantità e qualità del servizio, ha sancito da parte della RAI un impegno – che sarà formalizzato a breve - per risolvere gli attuali problemi e parimenti implementare gli sforzi per un miglioramento su entrambi i fronti.

L’Ens ha riportato il profondo disagio della comunità sorda che si sente lesa nel fondamentale diritto di pieno accesso all’informazione e nel contempo segnalato e proposto diversi accorgimenti di natura tecnica che possono a breve migliorare la fruizione del servizio di sottotitolazione, nonché richiesta una maggiorazione delle traduzioni in LIS tramite interpreti.

I funzionari RAI presenti, ascoltando tutti i suggerimenti proposti, si sono dimostrati disponibili e propensi ad attivarsi al fine di implementare il servizio, migliorandone la qualità, partendo da un’azione di monitoraggio congiunta dei programmi attuali e fissando un tavolo tecnico per la prossima settimana, in vista anche della revisione e aggiornamento del prossimo contratto di servizio, giunto alla sua naturale scadenza.

L’ENS non può far altro che esprimere soddisfazione, almeno sulle intenzioni programmatiche della RAI e sulla disponibilità e apertura dimostrate, in attesa di aggiornamenti, con la consapevolezza che l’azione di protesta messa in atto abbia consolidato le basi di un dialogo e confronto costruttivo.