Ente Nazionale Sordi - ONLUS

ads-468x60-SITI-ENS1

Gio23052024

Ultimo aggiornamento23:24:39

Corriere RSS:

Font Size

Profile

Direction

Menu Style

OPZIONI
Ritorna Sei qui: Home Canali Tematici Primo Piano Aggiornamenti e commenti sulla Proposta di Legge ENS in Senato

Aggiornamenti e commenti sulla Proposta di Legge ENS in Senato

senato repubblica

Come noto l’ENS da quasi due anni ha avviato un’intensa campagna di mobilitazione finalizzata a garantire strumenti normativi certi per l’abbattimento delle barriere della comunicazione e per il riconoscimento ad parte dello Stato della Lingua dei Segni Italiana e dei diritti delle persone sorde e sordocieche.

Nell’ottobre 2013, dopo che i precedenti testi di legge presenti in Parlamento erano stati bocciati o totalmente snaturati nelle loro finalità, per uscire dalla situazione di stallo l’ENS ha elaborato una nuova proposta di legge, inviandola a tutti i Deputati e Senatori e chiedendone l’immediata approvazione.

La Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, ratificata con L. 3 marzo 2009, n. 81 prevede infatti l’impegno all’attuazione di numerose disposizioni per l’inclusione sociale delle persone disabili, esplicitando in diversi articoli il riconoscimento, la tutela, la promozione e la diffusione delle lingue di segni.

L’ENS, che da sempre promuove una politica di inclusione totale delle persone sorde ha inteso porre l’accento sulla necessità di garantire tutti gli strumenti che concorrono alla realizzazione di tale piena inclusione, all’abbattimento delle barriere della comunicazione comunque intese e al raggiungimento di vere pari opportunità.

Un percorso che l’ENS ha voluto sin da subito condividere con le persone sordocieche, che per la specifica disabilità affrontano notevoli difficoltà nella vita quotidiana.

La proposta è stata subito accolta da diverse forze politiche a livello trasversale e depositata sia alla Camera che al Senato. Al fine di accelerarne l’iter legislativo l’ENS, dopo mesi di incontri istituzionali, ha avviato una imponente campagna di mobilitazione, avviata con la manifestazione del 20 novembre 2014 nel centro di Roma, presenti oltre 5.000 persone e un sit in permanente di fronte a Montecitorio, presidiato a turno dai dirigenti ENS di tutta Italia.

La proposta è incardinata in Senato in 1a Commissione Affari Costituzionali - con testo avente titolo “Disposizioni per la rimozione delle barriere della comunicazione, per il riconoscimento della lingua dei segni italiana (LIS) e della LIS tattile, nonché per la promozione dell’inclusione sociale delle persone sorde, sordo-cieche e con disabilità uditiva in genere” – e si attenderà che l’iter approdi poi alla Camera.

I testi in Commissione sono i seguenti:

- 1151 d’iniziativa dei Senatori GIORGIO PAGLIARI (PD) ed altri (AMATI, ASTORRE, CALEO, CUOMO, FORNARO, LAI, MARGIOTTA, MATTESINI, MOSCARDELLI, PEZZOPANE, SPILABOTTE, VALENTINI, SCALIA, PADUA,

FUCKSIA e RICCHIUTI). Comunicato alla Presidenza il 29 ottobre 2013.

- 1789 d’iniziativa del Senatore Nunziante CONSIGLIO (LN-Aut). Comunicato alla Presidenza il 3 marzo 2015.

- 1907 d’iniziativa del Senatore Nunziante Piero AIELLO. Comunicato alla Presidenza il 30 aprile 2015.

I testi, rispetto alla redazione originale, sono stati tutti rivisti dai Senatori che li hanno presentati: con adeguamenti formali rispetto allo stile di altri disegni di legge, aggiustamenti del testo e piccole modifiche.

Tutti i testi rispecchiano i contenuti e gli obiettivi prefissi dall’ENS, ovvero l’applicazione di una serie di disposizioni che garantiscano l’abbattimento delle barriere della comunicazione, il riconoscimento della LIS, l’adozione e diffusione di buone prassi per l’accessibilità e l’inclusione in ogni contesto della vita quotidiana delle persone con disabilità uditiva, il rispetto della libertà di scelta per le persone e le famiglie, la garanzia che ciascuno possa avere pari opportunità di avere accesso a ogni risorsa, strumento, percorso in grado di migliorare la qualità della vita.

Il 1907 presenta alcune modifiche nel preambolo e una diversa disposizione dei temi nell’art. 1, ma sostanzialmente i concetti ribaditi sono quelli di cui alla proposta originaria.

L’ENS appena terminata la pausa estiva ha ripreso i contatti con tutti i membri della 1 Commissione Affari Costituzionali e dalla prossima settimana sono in programma già alcuni incontri finalizzati a fare il punto della situazione e a dare input finalmente all’iter legislativo della Proposta di Legge.

Come di consueto vi terremo aggiornati sulle pagine del sito web ENS e sui consueti canali di comunicazione.

La Presidenza

S.1151: http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/42737.htm

S.1789: http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/45318.htm

S.1907: http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/45613.htm