Ente Nazionale Sordi - ONLUS

ads-468x60-SITI-ENS1

Mar28052024

Ultimo aggiornamento23:24:39

Corriere RSS:

Font Size

Profile

Direction

Menu Style

OPZIONI

Comunicato del Presidente Nazionale ENS

petrucci-giuseppe-330

Cari soci, l'articolo pubblicato su "Il Fatto Quotidiano", come ci si aspettava, ha scatenato una serie di commenti sui social network e, in particolar modo, su facebook. Ringrazio tutti coloro che hanno difeso questa dirigenza e ringrazio nella stessa maniera tutti coloro che, invece, hanno inteso attaccarla, in quanto hanno preso per oro colato le notizie diffuse da "Il Fatto Quotidiano".

Per questi ultimi che mi chiedono trasparenza e verità, ma anche per i primi, affinché continuino ad avere fiducia nell'attuale dirigenza nazionale, rendo pubblici i documenti che giustificano le deliberazioni e gli ordinativi di spesa adottati dal Consiglio Direttivo, che da qualche giorno circolano tra di voi.

Qualcuno, poi, anche con tono perentorio, ha inteso addirittura pormi sette domande, non una di più non una di meno, pretendendo una mia risposta.

A questi accusatori, sempre pronti a cavalcare l'onda dello scandalo, o presunto tale, dico che alle sette domande postemi risponderò a breve con azioni concrete, rendendo pubblici i bilanci della sede centrale e rendendo pubblici anche i costi della attuale dirigenza, nonché i costi di quelle precedenti.

Anche perché i commenti negativi da parte di questi accusatori devono finire, in quanto il mio tempo e quello di tutti coloro che lavorano insieme a me alla Sede Centrale deve essere speso proficuamente per altre questioni ben più importanti che, giocoforza, devono cedere il passo a questi pettegolezzi.

Ritornando ai documenti, ricorderete tutti che "Il Fatto Quotidiano" parlava dei viaggi che io ho fatto a Dublino.

Nel ribadire che io non ho mai visitato Dublino, neanche prima che diventassi Presidente Nazionale, sono a provarvi che i viaggi di cui parla "Il Fatto Quotidiano" altro non sono che i viaggi prenotati dal Consiglieri del Direttivo Nazionale Franco Pedrali e il Cav. Francesco Bassani per raggiungere dalle loro residenze la città di Roma.

Sugli estratti conto della carta di credito viene riportata la città di Dublino unicamente perché la sede legale della compagnia aerea Ryanair Ltd è sita nella detta città.

Cosa che "Il fatto Quotidiano" ha omesso di riportare nel suo articolo è che i costi di questi presunti voli per Dublino si attestano intorno agli €.40,00 circa cadauno, come dimostra uno dei documenti di prenotazione (all.to 1).

L'esiguo prezzo di questi voli, ove ve ne fosse ancora bisogno, conferma che gli stessi nulla hanno a che vedere con la città di Dublino e che, invece, sono i voli utilizzati dai Consiglieri Direttivi per raggiungere, tra l'altro a basso costo, la città di Roma.

Ulteriore scandalo ha suscitato l'ordinativo di pagamento per €.18.627,00 a favore dei Consiglieri del Direttivo Nazionale, documento questo che molti di voi si sono ritrovati, anche senza volerlo, nella propria casella di posta elettronica.

Quanto a questo ordinativo di cassa, con lo stesso venivano ordinati i pagamenti delle indennità di carica dei Consiglieri del Direttivo Nazionale per il mese di novembre 2011, ma anche i gettoni di presenza, nonché i rimborsi spese spettanti agli stessi.

Quanto, in particolare, alle indennità di carica e ai gettoni di presenza, tengo a precisare che sono emolumenti da sempre riconosciuti ai dirigenti nazionali e tengo a precisare altresì che non hanno subito variazioni in aumento rispetto al passato.

Quanto, poi, ai rimborsi spese, evidenzio che, benché la busta paga di cui all'ordinativo di pagamento in questione sia riferita al mese di novembre 2011, gli stessi si riferiscono ad un periodo ben più ampio, che per molti dei consiglieri nazionali va dal mese di luglio al mese di ottobre.

Prevedendo i commenti dei soliti accusatori, tengo altresì a precisare che nel periodo luglio – ottobre del 2011 si sono tenute molte assemblee provinciali e regionali, che hanno determinato un aumento dei rimborsi spese di tutti i Consiglieri del Direttivo Nazionale, che hanno dovuto presiedere dette assemblee come sempre successo in passato.

A conferma di tutto quanto esposto, allego alla presente nota (all.ti n. 2) l'ordinativo di pagamento già a voi noto, le relative buste paga dei singoli Consiglieri Nazionali e uno specchietto che illustra il periodo di riferimento del rimborso spese corrisposto ai consiglieri medesimi.

Passiamo all'appartamento preso in fitto per il Presidente Nazionale, ossia per il sottoscritto.

Benché sia stanco di fare raffronti con il passato, non posso esimermi dal farvi notare che anche il precedente Presidente Nazionale godeva di un appartamento pagato dalla Sede Centrale per un importo di €.1.400,00.

Inoltre, come avvenuto in passato, il Consiglio Direttivo ha deliberato ed autorizzato il pagamento del canone di locazione del mio appartamento ed anche l'acquisto del mobilio per renderlo abitabile (n.b. non mobili di lusso ma mobili a Mondoconvenienza) come comunicato nelle Assemblee Interregionali (all.to n. 3).

Infine passiamo al mio compenso, anche al per giustificare l'ordinativo di pagamento di €.3.025,00 (all.to n. 4), anche questo nelle mani di molti di voi.

Sapete tutti che il sottoscritto lavora presso la Provincia di Agrigento e che, per espletare le sue funzioni all'interno dell'ENS, si è dovuto mettere in aspettativa non retribuita.

In pratica, per chi non lo avesse ancora capito, il sottoscritto non percepisce dal proprio datore di lavoro alcuno stipendio, rinunciando altresì alla relativa anzianità di servizio.

In considerazione di ciò, il Consiglio Direttivo deliberava di riconoscermi (ma anche ai futuri Presidenti che si trovassero nella stessa mia condizione) uno stipendio mensile lordo di €.2.300,00, che al netto diventano €.1.800,00, ossia il medesimo stipendio che percepivo dalla Provincia di Agrigento.

All'uopo, preciso che allo stipendio lordo di €.2.300,00 va sottratta la trattenuta INPS del 9,19% e la tassazione del 13,82%. Se fate i calcoli, potrete rendervi conto che lo stipendio netto ammonta ad €.1.800,00, somma che ho sempre detto di percepire.

Con riferimento all'ordinativo di pagamento di €.3.025,00, allo stipendio lordo di €.2.300,00 si deve aggiungere l'indennità di permanenza (14 gg. x €.77,47), il gettone di presenza (1 gg. x €.65,00), la trasferta (1 gg. x €.80,00) e un rimborso spese di €.97,00.

Non penso che ci sia altro da aggiungere, almeno per il momento come previsto dalla circolare Circolare Ens n. RM/2007/0003660/PROTGEN/P del 16 maggio 2007!

Come anticipatovi, questo è solo il primo atto di trasparenza, che spero venga apprezzato, come spero che i così detti accusatori vogliano avanzare uguale richiesta di trasparenza anche nei confronti di coloro che mi hanno preceduto.

Infine per quanto concerne il bonifico della Carta di Credito, messa a disposizione di tutto il Consiglio Direttivo e del Comitato Giovani come comunicato nel video messaggio, detto bonifico è avvenuto solo dietro presentazione a piè di lista, cioè presentazione delle fatture o quanto necessario a giustificare le spese istituzionali, e dietro il controllo degli Uffici preposti.

Ora, spero che mi possa concentrare sui festeggiamenti dell'ottantesimo anniversario di nascita della nostra associazione, che affronterò a testa alta e con la dovuta serenità.

Il Presidente Nazionale
Giuseppe Petrucci